Difendiamo Aldo contro lo speculatore Giorgio Molino

Start event:
End event:

Contro Giorgio Molino e la sua cricca
Contro i padroni della città!

Siamo nuovamente di fronte all’ennesima arroganza e prepotenza del palazzinaro Giorgio Molino. In queste settimane il noto palazzinaro speculatore ha acquistato l’intero stabile di Corso Regina Margheria n. 245 facendo arrivare ingiunzioni di sfratto fasulle agli inquilini, seguite da forme di intimidazioni e pressione alle famiglie “invitandole” a lasciare le proprie case per lasciare carta bianca a Molino per affiatarle nuovamente lucrandoci sopra.

Giorgio Molino non ha bisogno di particolari presentazioni, tutti lo conoscono come il “ras delle soffitte” , per i reati di abuso edilizio, favoreggiamento della prostituzione e per le condizioni fatiscenti degli alloggi che affitta. Insomma un personaggio noto a tutti, non solo alle famiglie sfrattate o a quelle che cercano di resistergli ma anche alle istituzioni, infatti da anni collabora con il Comune per l’ospitalità sociale e continua ad arricchirsi grazie alle varie forme di housing sociale sparse sul territorio. Ma pare che tutto questo ai paladini della legalità non interessi, anzi gli permettono di continuare ad ingrandire il proprio impero immobiliare senza battere ciglio.

Ma noi non ci stiamo a questo assordante silenzio che c’è sugli abusi e sulle violenze che Molino continua a permettersi in città grazie alla complicità delle istituzioni. Noi ci mettiamo in mezzo, insieme alle famiglie e singoli. Infatti insieme denunciamo l’ennesimo abuso da parte di Molino e per ricordare alla città chi padroneggia sulle nostre vite tramite il ricatto della casa, perchè se oggi tocca alle famiglie di questo palazzo non è detto che il mega palazzinaro non decida di comprarsi qualche altro stabile tramite una delle sue innumerevoli agenzie immobiliari.

Tocca a noi denunciare e impedire che questo losco figuro continui a mettere le mani sulla città insieme alle banche, ormai votate anche loro ad agenzie casa sul territorio, perché le risorse del territorio non finiscano in mano a chi continua a guadagnare sulla nostra pelle.

Inoltre, vogliamo far saltare l’impianto menzognero che Molino ha messo in atto tramite le ingiunzioni di sfratto, cercando di annullare l’esecuzione dello sfratto.

Per questi motivi invitiamo tutti e tutte a partecipare al picchetto antisfratto

 

https://www.facebook.com/events/1230448807008442/