[Val di Susa] Treno scorie nucleari, solidarietà per tutti i fermati !

TRENO SCORIE NUCLEARI, SOLIDARIETÀ PER TUTTI I FERMATI

Una spedizione di scorie nucleari da Saluggia verso la Francia, in completa clandestinità e senza le necessarie misure di sicurezza per la popolazione doveva transitare questa notte (tra il 6 e il 7 febbraio, ndr) per la Val di Susa.

Un presidio di alcune decine di manifestanti ambientalisti che voleva sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi di quanto stava per accadere , è stato attaccato con violenza inaudita dalle forze dell’ordine presso la stazione di Condove-Chiusa San Michele.

Le persone sono state picchiate, soggette a perquisizioni corporali, identificate e trattenute per oltre due ore in piedi al freddo (dalle 4 alle 6.30).
Il treno intanto non è passato, cioè è stato bloccato dalle forze dell’ordine e non dai manifestanti.

Dopo 29 anni che la centrale nucleare è stata chiusa, le sue scorie girano ancora per l’Europa, con la possibilità che causino ancora danno.
Girano clandestinamente, di notte, senza avvisare la popolazione.

Esprimiamo solidarietà per chi ha il coraggio di insegnarci quali rischi stiamo correndo. Solidarietà per tutti i fermati e, ci risulta, due arrestati.

Non comprendiamo come mai tanta violenza venga usata nei confronti di persone che pacificamente manifestano per un diritto comune :la salute di tutti.

Con buona pace di chi vorrebbe costruire nuove centrali nucleari e non sa come fare a trasportare le scorie di quelle vecchie.

Renato Patrito,
Segretario provinciale del PRC (Fed. della Sinistra) www.liberazione.it