libertà per gli antinucleari

Contro il passaggio di un lugubre treno contenente scorie nucleari radioattive, diretto in Francia per il trattamento, un gruppo di compagni e NO TAV presidiava la ferrovia nei pressi di Condove.

Le forze dell’ordine, presenti  in gran numero,  hanno caricato i presenti, ferito alcuni compagni, identificato e denunciato 27 persone e tratto in arresto 2 di loro, Arturo e Guido.

Il Comitato Antifascista 18 giugno di Torino esprime solidarietà con gli arrestati, di cui chiede la scarcerazione immediata, e con tutti coloro che sono stati colpiti dalla repressione, mentre manifesta la più viva preoccupazione per la ripresa di iniziative che vanno nella direzione di ricominciare a costruire centrali nucleari nel nostro paese, che pure si era espresso chiarissimamente contro con un referendum.