[NO NUCLEARE] presidio e corteo obbligato

stato di polizia

oggi pomeriggio a porta susa si è tenuto il presidio anti-nucleare in solidarietà agli arrestati.
banchetto e volantinaggio dalle 12 alle 13.30, quando i/le partecipanti [ottanta circa, non solo piemontesi] *provano* a muoversi salendo su un tram. immediatamente digos e gtt intimano l’alt al tramviere. sopraggiunge l’antisommossa [circa centoventi!] a circondare i/le solidali che nel frattempo scendono dal mezzo. un breve spostamento in direzione della metro provoca una reazione scomposta e sconsiderata dei reparti mobili che accerchiano il gruppo. la questura di torino impedisce lo scioglimento ed impone un corteo blindatissimo [effetto panino], scortato da una ventina di camionette, vigili urbani e l’essenziale [?!?] omino gtt. al grido di “guido e arturo liberi” e “non farti avvelenare, rifiuta il nucleare” ci si incammina forzatamente per corso san martino, corso principe eugenio, via cigna, lungo dora napoli, via borgo dora fino alla piazzetta del balon da cui le truppe si tengono lontane.