[no tav] Valsusa: violata la Convenzione di Aarhus

Le violazioni di questa giornata non si contano, a partire dalla feroce violazione della dignitá umana, del diritto alla salute, della proprietá privata, di aree in regolare affitto, di tende adibite a soccorso medico e via dicendo in quel della Maddalena.

Coinvolta é anche l’ UE, che, pur consapevole della forte opposizione al progetto Tav in Valsusa, le cui ragioni l’UE ben conosce, non garantisce il rispetto della Convenzione di Aarhus.

Difficile credere, dopo le esperienze di tutti questi anni, che la fiducia nella Commissione Europea esternata da Sonia Alfano a conclusione delle critiche rivolte all’ azione di questa mattina contro il movimento no tav sia ben riposta. Qui di seguito le dichiarazioni dell’ Europarlamentare.

 

TAV, ALFANO (IDV): “OCCUPAZIONE MILITARE VIOLA CONVENZIONE DI AARHUS”

PALERMO – 27 GIU – “Da questa mattina oltre 2000 uomini delle forze dell’ordine stanno gasando con lacrimogeni la popolazione della Val di Susa mentre le ruspe, scortate, abbattono le loro barricate. Quanto accade viola palesemente la convenzione di Aarhus, ratificata con decisione del Consiglio 2005/370/CE, che stabilisce i principi della partecipazione dei cittadini al processo decisionale anche e soprattutto quando si tratta di grandi opere sul territorio”.

Così Sonia Alfano, parlamentare europeo e componente della commissione sulle Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni (Libe), lancia l’allarme per quello che sta accadendo in Val di Susa in queste ore, dove migliaia di uomini delle forze dell’ordine hanno caricato i manifestanti per costringerli a ritirarsi in modo da far ripartire i lavori dei cantieri dell’alta velocità Torino Lione.

“Alla base della convenzione c’è il dato imprescindibile che debba essere sempre e comunque tenuto in considerazione il parere dei cittadini; in Val di Susa ciò è stato sempre e costantemente violato – spiega la Alfano-. Nessuno vuole quell’opera, eccetto i poteri forti dell’imprenditoria e della politica, di destra e di sinistra. Spero – conclude la parlamentare da sempre a fianco del popolo No-Tav- che questo ennesimo intervento militare convinca la Commissione a richiamare il rispetto del parere dei cittadini europei, soprattutto per quanto riguarda opere finanziate proprio dall’Unione Europea”.

http://www.agenparl.it/articoli/news/politica/20110627-tav-alfano-idv-occupazione-militare-viola-convenzione-di-aarhus