aggiornamenti 3-9 luglio

raccolta post

Dopo la grande mobilitazione di domenica 3 luglio, tra le violenze inaudite perpetrate dallo stato e dai suoi scagnozzi con la complicità dei pompieri, dopo la distruzione mediante incendio doloso dello storico camper, l’arresto di 4 persone (confermato) e l’ovvia canea mediatica che ne ha fatto seguito, il popolo No Tav rilancia subito alcune iniziative: un campeggio internazionale, ipotesi di boicottaggio, una fiaccolata a Torino (report), presidio al carcere di Torino (report) e a Susa (report), altri appuntamenti in valle. Intanto occupati i binari alla stazione centrale di Napoli e portato un saluto solidale al carcere di Torino. Mercoledì nuova, gravissima intimidazione poliziesca.