Adesso basta!

ciò che trenitalia non dice

Di infamie contro la lotta no tav in questi giorni ne stiamo leggendo e sentendo tante, troppe. Dagli insulti a Luca Abbà – ancora più infami date le condizioni in cui versa – alla criminalizzazione di donne e uomini che lottano per la difesa della Valsusa contro mafie e nocività.

Ma evidentemente non basta: su tutti i quotidiani di oggi si attribuisce alla lotta No Tav la responsabilità della perdita di una porta da un treno in corsa. Eppure sono anni che i ferrovieri denunciano le “porte assassine” e la mancanza di dispositivi di sicurezza sui treni delle ferrovie italiane. E vengono pure licenziati di conseguenza, come Dante De Angelis.

Bene, per una minima controinformazione in questo paese di pennivendoli, segue una lista di link da far girare.


http://www.macchinistisicuri.info/ms/docusicur/archivio/portevetture/segnalazioni.php
http://www.inmarcia.it/notizie-aim/archivio-2007/42-ferrovie-i-delegati-sui-treni-porte-assassine
http://www.macchinistisicuri.info/ms/archinews/2007/
http://www.cub.it/article/?c=convegni-e-manifestazioni&id=3941
http://www.lottaunita.org/index.php?view=article&catid=32%3Acapitalelavoro&id=103%3Atrenitalia-porte-assassine&format=pdf&option=com_content&Itemid=47