appello di Tobia Imperato a favore dei detenuti No Tav

Torino Martedì 20 Marzo 2012

appello di Tobia Imperato a favore dei detenuti No Tav

Apprendo solo ora che per gli altri detenuti NOTAV con il “divieto di comunicare con qualsiasi
mezzo” (prescrizione iniqua che mi è stata tolta solo dopo 13 giorni di
sciopero della fame) il divieto permane tuttora. E’ veramente vergognoso
che i detenuti per far valere un proprio diritto elementare, come
quello di poter vedere e comunicare con altre persone, siano costretti a
fare lo sciopero della fame. Ed è ancora più vergognoso che, una volta
da me ottenuta la revoca dell’aberrante prescrizione, questa non venga
estesa agli altri detenuti. L’accanimento punitivo e persecutorio, di
cui la magistratura sta dando prova nei confronti dei detenuti NO TAV, è
inaccettabile per ogni coscienza libera. Invito pertanto tutti coloro
che mi hanno sostenuto durante lo sciopero della fame a protestare per
dare voce a tutti. Invito anche tutti a non dimenticare che ci sono
ancora arrestati NO TAV in prigione. Non sono persone socialmente
pericolose. Le accuse sono le stesse di coloro che sono ai domiciliari.
Devono la loro permanenza in carcere solo alla lista di precedenti, non
giudiziari ma di polizia, fabbricati ad arte dalla Digos.

Tutte libere!
Liberi tutti!

Tobia Imperato

http://tuttosquat.net