Indymedia Piemonte e Toscana sotto sequestro

Il sito è raggiungibile da piemonte.puscii.nl,
sostituire ‘puscii.nl’ a tutti gli indirizzi ‘indymedia.org’ per accedere all’intero contenuto del sito,
in completa funzionalità (sezioni, ricerca, pubblicazione..)

In seguito ad un’indagine su alcuni articoli, ed alla disposizione di sequestro preventivo, il 13 giugno è stato trasmesso l’ordine di oscuramento ai provider italiani. La richiesta riguarda i nodi locali di Indymedia Piemonte e Toscana.
Telecom ha già provveduto all’oscuramento.
Provider, associazioni ed avvocati hanno presentato ricorso (agenzie) con l’intenzione di rivolgersi alla corte di giustizia europea (comunicato)

Lanciata la campagna ‘diffamati