Era notte buia e tempestosa…D’un tratto spuntano i No TAV

.

Un gruppo di no tav  approfittando del buio della notte, ha effettuato un bliz notturno al cantiere in Val Clarea.

Forze dell’ordine sguarnite numericamente, prese in contropiede e quindi in affanno. Cadono le reti dei jersey dietro alla baita sotto i dischi dei flessibili. Tagliate reti in più punti. Inutile la corsa dell’idrante che data la distanza a cui adesso è obbligato a sostare rispetto alle reti, è inefficace. La polizia chiaramente in difficoltà, spara alcuni lacrimogeni mentre il gruppo si sta già ritirando. Oggi non risultano notizie su nessun quotidiano on line forse per il sonno di alcuni giornalisti, svegliati solo dal numero della questura, o la questura stessa data l’ennesima dimostrazione che il cantiere negli ultimi tempi appare quasi indifendibile, non ha probabilmente divulgato troppe notizie sull’ennesima figuraccia fatta. Oppure ancora in vista della visita della ministra Cancellieri, non vogliono destar scalpori con notizie che renderebbero evidente una volta di più, che la gestione dell’ordine pubblico e il dissenso popolare di un’intera Valle che quest’opera non la vuole, non sono poi così sotto il loro controllo. Dopo l’iniziativa di sabato pomeriggio, ieri un altro danneggiamento importante al reti del cantiere, una bella media non c’è che dire…avanti così!

http://www.lavallecheresiste.info/?p=6209